video image
video image

LA SOSTENIBILITÀ DELLA FILIERA

Gestire responsabilmente la catena del valore

Coinvolgimento e condivisionedi percorsi e obiettivi

title image
title image
title image
Il coinvolgimento della catena di fornitura e la condivisione di valori e princìpi di sostenibilità è essenziale per il conseguimento degli obiettivi di sostenibilità.
Questo significa lavorare con aziende impegnate nel rispetto dei diritti umani, nella tutela della salute e sicurezza dei lavoratori e nella protezione dell’ambiente.
Il nostro è un approccio di tipo inclusivo, volto a supportare i fornitori, una parte significativa della catena del valore, ad integrare queste tematiche nel loro realtà. Lo facciamo attraverso un percorso di condivisione della cultura della sostenibilità, con l’obiettivo di accrescere la consapevolezza degli effetti delle scelte che ogni giorno sono chiamati a prendere.
Privilegiamo, laddove è possibile una catena di fornitura corta, dando importanza alle relazioni di lungo periodo e contribuendo allo sviluppo dei territori in cui operiamo. Circa il 90% della spesa di approvvigionamento del Gruppo arriva da fornitori locali.
Con il Patto di Sostenibilità chiediamo ai nostri fornitori di gestire il loro business in modo etico e responsabile, rispettando le persone e l’ambiente. Verifichiamo che questo accada attraverso un piano di audit evoluto e formativo. Continuerà anche nei prossimi anni l’impegno di estenderne sempre più la sottoscrizione.
Gefran ha un profondo legame con i territori locali in cui opera, e contribuisce a progetti e iniziative volti a migliorare la qualità della vita nelle comunità, attraverso collaborazioni con scuole e università, iniziative sociali, educative, sanitarie, sportive e aderendo a numerose organizzazioni locali.
Spesa per l’approvvigionamento del gruppo nel 2022
(valori in Euro/000)
  • 64.851
    Approvvigionamento da fornitori locali
  • 7.962
    Approvvigionamento da altri fornitori
Rifiuti prodotti nel 2022 per tipologia
startAngle = -90;
  • 89.5%
    Non pericolosi
  • 10.5%
    Pericolosi
Rifiuti prodotti nel 2022 per destinazione
startAngle = -90;
  • 66.2%
    Destinati al recupero
  • 33.8%
    Destinati allo smaltimento

Le ultime novità